Messaggio 2 - 201014 - San Pietro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Catechesi Boanerghes
 
 

2° Appuntamento con le Catechesi per i giovani “Boanerghes”
Brevi spunti per la riflessione
 
p. Stefano Cogoni
 
 Convento Frati Minori Sassari - 20.10.2014
 
 
Oggi riflettiamo sul desiderio che tutti sperimentiamo quotidianamente: voler essere felici! … chi non vorrebbe esserlo? ma occorre chiedersi quale felicità cerco? Che significato do alla mia ricerca?
 
Le Beatitudini, donateci sottoforma di discorso da Gesù sulla montagna, ti propongono una prospettiva paradossale … infatti, ci viene indicata una condizione, quella di Beato, unita ad una diametralmente opposta, secondo la mentalità del mondo; la povertà di spirito conduce a sperimentare il Regno dei Cieli: “Beati i poveri in spirito perché di essi è il regno dei cieli”.
 
Chi sono questi poveri?  Cosa e dove è il Regno dei Cieli di cui ci parla Gesù? Vedi, i poveri in spirito sono coloro che si riconoscono deboli, mancanti in qualche cosa e si accettano come tali. Hai mai pensato che quel senso di insoddisfazione che provi deriva dal fatto che cerchi di essere ciò che non sei e per questo non ti accetti?
 
Il “povero in spirito”, riconoscendosi dentro una povertà, qualunque essa sia, sperimenta la serenità del cuore, vive da persona libera e può vantarsi di essere mendicante di verità, libertà e amore.
 
Se vivo un bisogno perché non dovrei esprimerlo? ; lo status di povero, di mendicante e di debole  si scontra con le tue rigidità interiori e con tutti quei divieti che porti dentro: “non sarò mai come mio padre/madre”, “non mi fiderò più di nessuno”, “non amerò più nessuno” oppure “non valgo nulla”, “non riuscirò mai in niente”, “rimarrò solo/a” etc…
 
Gesù invece ti dice “Io ti amo cosi come sei ed ho progetti di pace per te”, ecco il Regno di Dio: guardare la propria vita dalla Sua prospettiva.
 
Nella vita siamo chiamati a scegliere continuamente ma conta guardare la qualità di questa scelta … questo rende visibile la differenza tra l’essere felici e il non esserlo. Gesù, lo Sposo, è Colui che se vuoi, se lo chiedi, entra nella tua vita e la colma della pienezza della Sua pace.
 
Tu a chi o cosa stai permettendo di riempire la tua vita?
 
Scegliamo Dio, oggi … non saremo delusi.


scarica in pdf



 Se vuoi lascia un tuo commento...
            Il messaggio sarà totalmente privato
Torna ai contenuti | Torna al menu